Viareggio

Elegante e raffinata Viareggio è località della costa versiliese tra le più conosciute e meta di turismo mondiale. Il centro del divertimento, patria del Carnevale e della raffinatezza notturna con i suoi locali all'avanguardia e di gran classe.

Le luci della notte lasciano spazio ad un paesaggio vivace e colorato in estate, agli splendidi tramonti e tranquillità nel periodo invernale. E comunque Viareggio non è mai lontana dai riflettori potendo offrire, in qualsiasi stagione dell'anno, diversi motivi di attrazione turistica. Le tradizioni storiche sono limitate nel tempo: il suo nome deriva dalla torre di Via Regìa che i lucchesi eressero intorno al XV secolo quando il porto, una volta sistemata e resa funzionale la foce del Burlamacca iniziò ad animarsi ed avviare i primi scambi economici. Ma soltanto secoli dopo ebbe inizio la vera e propria crescita industriale basata soprattutto sui cantieri navali.

Il mare, il grande alleato dei viareggini, fu trampolino di lancio per la realizzazione di imbarcazioni utilizzate dai pescatori. Lo sviluppo, la crescita ha cambiato orizzonti e filosofia imprenditoriale ed ora negli stessi cantieri vengono disegnate e realizzate barche e panfili di grandissimo valore. Ma il turismo resta comunque il biglietto da visita della città: basti pensare che agli inizi del 1900 le cabine arrivavano già a 3000 unità per comprendere l'escalation senza freni di una delle località marine di maggior elite in Italia.

Una fusione tra il verde delle colline e pinete e l'azzurro del mare rendono il paesaggio unico, così come il Carnevale. Una lunga sfilata di carri accende la passione di una città che si prepara all'avvenimento per un intero anno: costume, attualità, politica sono gli argomenti che scatenano la fantasia di veri professionisti dell'allegria. Il Carnevale è nato nel 1873 ed ha raggiunto un palcoscenico mondiale al pari dell'omonima festa di Rio.

Altro punto fermo della tradizione viareggina è il Premio di Letteratura fondato nel 1929 da Leonida Repaci e che ancor oggi segue l'evolversi della nostra letteratura. L'architettura non presenta particolari caratteristiche, resa omogenea dallo stile liberty di forme morbide disegnate dall'architetto Belluomini e le ceramiche di Galileo e Chino Chini. Da visitare torre Matilde e piazza Shelley ove sorge il busto del poeta.

Indicazioni stradali:

Ottieni indicazioni stradali partendo da:

in auto:

Tramite autostrada è raggiungibile dal sud, attraverso Autosole A1, fino a Firenze, e poi attraverso la Firenze Mare A11 e la Livorno-Genova A12. Dal Nord attraverso Autosole A1 fino a Parma e poi l'autostrada della Cisa A15 fino a S. Stefano, e quindi A12 Genova-Livorno. Casello di uscita: Viareggio

in treno:

  • Linea: Ventimiglia-Torino-Genova-Pisa-Firenze-Roma
  • Linea : Genova-Parma-Bologna
  • Linea : Livorno-Milano
  • Stazione di arrivo: Viareggio

in aereo:

In Aereo: Aereoporto Internazionale di Pisa a pochi minuti di viaggio, taxi, bus di linea e treni in coincidenza dall'aeroporto diretti sulla costa con fermate in tutti i paesi principali.