Garfagnana

L'alta e media valle del Serchio, stretta tra le catene inaccessibili delle Alpi Apuane e del Crinale Appenninico. Ricca di storia e di tradizioni dove la storia ha lasciato segni importanti nella sistemazione urbanistica, nei palazzi, nelle mura di difesa, offre una grande quantità di piccoli borghi nei quali la vita scorre ancora secondo criteri e attività tradizionali. Ma la sua qualità più importante è quella di un ambiente ancora in gran parte incontaminato. E' possibile camminare per giorni interi nei suoi 60.000 ettari di boschi, immersi in una natura affascinante ed in continuo cambiamento.

Nei boschi misti si alternano alcuni carpini, cerri ontaniformi e betulle, per arrivare alla faggeta e poi alle brughiere ed alle praterie. Offre luoghi "segreti e paurosi" come le grotte naturali, di cui la più conosciuta la Grotta del Vento, o come la selvaggia Valle dello Scesta o il cupo Orrido di Botri. Ma l'area che più la rappresenta forse è il Parco dell' Orecchiella, oltre cinquantadue chilometri quadrati, dove i piccoli borghi guardano con distacco, dall'alto, la vita troppo frenetica del fondovalle e dove il lupo e l'aquila reale riconquistano giorno per giorno nuovi territori.

Indicazioni stradali:

Ottieni indicazioni stradali partendo da: